Harley Davidson Giapponese o Americana ?

La Grande Depressione che sconvolse i mercati finanziari di tutto il mondo convolse anche il Giappone con i suoi effetti sul valore dello Yen con una quotazione che continuato a cadere per tutto 1929. A un certo punto, lo yen scese fino a un valore tale che il prezzo delle merci importate dall’America erano più che raddoppiare nel giro di un anno. Harley-Davidson divenne presto un veicolo di lusso da un giorno all’altro.

images

La chiusura delle vendite Harley-Davidson nel Giappone spinse a fare qualcosa di inaudito nella storia della Motor Company, convincere i quattro membri fondatori del HD per consentire alla Sankyo Company di acquisire i diritti esclusivi per la produzione di moto e ricambi in Giappone.

ija-type-97-motorcycle-rikuo-+-sidecar

Appena unanno prima, questa idea sarebbe stata rapidamente licenziato dalla società , ma con la Grande Depressione i quattro fondatori accettato la condizioni. In cambio Sankyo accettò di non esportare le moto prodotte nella loro fabbrica e di continuare l’acquisto di moto a Milwaukee fino al completamento della loro fabbrica.

La fabbrica di Shinagawa, dopo circa 5 anni completava e produceva motociclette realizzate 100% giapponesi che utilizzano parti prodotte esclusivamente in Giappone dal 1935. Sorprendentemente, non lavoratori giapponesi sono mai stati inviati negli Stati Uniti per la formazione. Tutto ciò che riguarda la produzione di motocicli e di parti fù appreso dalle stampe fornite da Harley-Davidson. Harley ha anche fornito alcune delle macchine utensili, ma molte macchine sono state acquistate direttamente dal giapponese da fornitori esterni.

Bangkok-Motorbike-Festival-2013-728

All’inizio degli anni ’30 la compagnia giapponese Rikuo Internal Combustion Company cominciò a produrre alcune tra le prime moto giapponesi sotto licenza di Harley-Davidson. L’uomo d’affari Alfred Rich Child spinse Harley a produrre una serie di modelli per il mercato giapponese copiando le americane RL 45 del 1934 e VL 75 del 1950.

Con l’arrivo della Seconda Guerra Mondiale il Sig. Child e gli altri americani presenti alla Rikuo furono ivitati a lasciare il Paese e la fabbrica cominciò a produrre esclusivamente per l’esercito e la polizia. Tra il 1937 ed il 1942 furono prodotti più di 18000 esemplari tra Solo 45 e Sidecar 75. La produzione proseguì dopo la guerra fino al 1959 utilizzando gli stessi progetti originari con telaio rigido e motori Flathead 750 sulle RQ e Flathead 1200 sulle VLE. Le prime vennero dotate di forcella telescopica Hydra Glide mentre le seconde mantennero la vecchia forcella Springer.

bldRikuo

Un mito giapponese rarissimo da trovare se non in oriente perchè non c’è mai stata una esportazione. Su ebay-motors-america può capitare di vederne qualcuna proprio perchè catturati dagli americani durante la guerra, o forse importata a scopo collezione, una leggenda nella leggenda.

[polldaddy rating="6746214"]