Spero che le informazioni qui fornite vi saranno di aiuto nella conservazione e restauro del Goulding Sidecars. Questo è il nostro obiettivo principale. Quante volte avete visto un telaio sidecar e avete pensato che sarebbe una bella aggiunta alla vostra moto.

Early-Goulding-Litecar-300x163  Goulding-Sportster-Sidecar1Goulding-Sportster-Chassis2 Goulding-Sportster-Sidecar

La cosa che ti ha fermato non era sapere esattamente cosa fosse, ma se si adattava o se aveva parti mancanti. Con questo articolo spero di dare una risposta alla vostra domanda. Nelle pagine seguenti parleremo di tutti i telai Goulding in dettaglio con la speranza che queste informazioni che vi fornirò daranno conoscenze necessarie per prendere una decisione informata per l’acquisto o continuare Milwaukee-Litecar-1la vostra formazione sul vostro Goulding.
Goulding ha iniziato la produzione dei sidecar nei primi anni del 1920 in Indiana da un subappaltatore ed erano simili alle unità costruite in australia. AlcuniMilwaukee-Litecar-7 dei primi prodotti erano conosciuti come la Sportster e la Sportster bambino che è stato un modello di per l’Indian Scout. Nel 1923, il primo negozio Goulding è stato aperto a Milwaukee, Wisconsin, introducendo la litecar. La produzione ha continuato a Milwaukee fino alla fine del 1926, quando le operazioni sono stati trasferiti a Saginaw, Michigan. Nel 1929, Goulding ha stipulato un accordo con Harley-Davidson per adattare il Litecar al WL “45″ ed è stato designato il Ls. Il parafango è stato prodotto da HD e il corpo è stato fornito dalla Società Abresch di Milwaukee a specifica del Goulding. Il Goulding Ls era in produzione fino a quando non è stata interrotta nel 1940.

MILWAUKEE PRODUZIONE GOULDING LITECAR


In primo luogo vorrei parlare della produzione telaio Litecar in Milwaukee Wisconsin. Io non ho uno schema illustrato per mostrare le differenze con la produzione del telaio 1929 – 1933 Saginaw, Michigan, ma nella foto qui c’è un esempio eccellente del telaio generMilwaukee-Litecar-8osamente fornito da Tim Alsleben. Come si può vedere dalle foto, il parafango è attaccato al telaio con tre cinturini in metallo. Una anteriore attaccato al passo Goulding, una al centro collegato alla barra orizzontale con una staffa, ed uno posteriore fissata alla parte posteriore della molla di scorrimento. Questa è una caratteristica importante da notare, perché il parafango è cambiato negli anni per consentire la modifica dei pneumatici.Milwaukee-Litecar-9

Il mozzo Goulding nella foto è collegato ad un cerchio. Il cerchio centrale di gocciolamento non è stato introdotto fino ai primi anni del 1930. Sul lato frontale del mozzo c’è il famoso Goulding “G” coprimozzo e sul retro c’è una copertura antipolvere per evitare detriti nel cuscinetto. Si noti che gli ingrassatori sono stati forniti per la lubrificazione in tre aree. Il punto di perno nella parte anteriore della molla di scorrimento dove si attacca al passo ed alla molla a balestra invertita a ciascuna estremità.
Da notare il logo Goulding ritaglio in questa maniera è brevettato dalla Milwaukee USA. Un pezzo molto ricercato ed estremamente raro. Da notare anche i due fori per il parafango della staffa di supporto delle borchie.

Milwaukee-Litecar-3 Milwaukee-Litecar-2 Milwaukee-Litecar-4

1929 – 1933 SAGINAW Ls CHASSIS

Bill Rodencal ci ha fornito un ottimo elenco di parti per il telaio 1929-1933. Qui si noterà che i supporti del parafango sono cambiate dal telaio prima di Milwaukee. Non sono più montati al telaio, ma montati al corpo del sidecar da tre fasce metalliche. Inoltre, il supporto barra centrale utilizza un piatto a barra di metallo e bulloni a U per il fissaggio al telaio della moto dietro il sedile. Il supporto posteriore è rimasto lo stesso ed è rimasto invariato nel corso degli anni di produzione della Ls. Il parafango sidecar è stato cambiato a uno stile a coste in corrispondenza con il parafango del motociclo.

Goulding-Ls-Archive Sidecar-and-Fender-Mounts Ls-Parts-List Goulding-Ls-Setup-Instructions-3 Goulding-Ls-Setup-Instructions-2 Goulding-Ls-Setup-Instructions-1

FONTE: http://www.gouldingsidecars.com/Chassis.html