La Harley-Davidson di Evel Knievel vola di nuovo a Sturgis

evel-knievel-s-harle_800x0w

Il nome Evel Knievel evoca l’immagine di un uomo che ha vissuto una vita fuori dalle regole sfidando la morte in acrobazie. Con il suo fidato 1972 Harley-Davidson XR-750 , Knievel ha fatto un sacco di cose che nessun essere umano razionale sarebbe nemmeno tentare di fare. Il temerario ha tirato fuori con successo alcune delle acrobazie più spettacolari della storia.

Una prodezza che non è riuscito a realizzare Knievel era quello di saltare sopra una linea di 22 macchine (settembre 1972 a Sturgis). Più di 40 anni dopo, il temerario Doug Danger, un nome appropriato, tenterà di quello che ha fatto Knievel nel 1972. E indovinate un pò, userà lo stesso XR-750 del 1972  di Knievel utilizzato più di 40 anni fa.

Il salto è in programma il 6 Agosto 2015 presso l’anfiteatro di Sturgis Buffalo Chip come parte del Evel Knievel Thrill Show. Oltre a visualizzare alcune delle collezione del leggendario temerario e delle curiosità, l’evento sarà anche caratterizzato da Danger che tenterà di saltare 22 auto utilizzando l’iconica Harley.

E’ una delle acrobazie più pericolose, già nel 2001, un altro temerario ha tentato di eseguire lo stesso salto, concluso orribilmente.

“Questo è l’unico salto che Evel non poteva fare; non c’è riuscito “, ha detto Danger. «So che è pericoloso, ma la morte mi ha cercato già due volte nella mia vita.

Quando Dio vorrà, vorrà dire che sarà lui a prendermi”.

Purtroppo, la lista delle cose che potrebbero andare terribilmente male è molto lunga, che è il motivo per cui è comprensibile per cui è comprensibile essere fatalisti.

Altri a parte Knievel hanno provato ma nessuno c’è mai riuscito. C’è una ragione per questo e anche se Danger stesso non riesce a comprenderlo, chi è vicino a lui è ben consapevole di ciò che potrebbe accadere.

Buffalo Chip presidente Rod Woodruff è uno di loro e lui non ha paura di far conoscere il suo pensiero circa il salto, definendolo un

“salto incredibilmente difficile e terrificante.”

Come tutti gli altri, Woodruff spera che Danger ritiri la sua sfida consapevole del fatto che l’Harley-Davidson di Knievel non è costruita per un salto del genere. Ma se c’è qualcosa che abbiamo imparato a conoscere dei temerari, la loro comprensione della motivazione e del comportamento umano sono molto diverse dal resto della popolazione umana. Ecco come i loro cervelli dei temerari e di chi vuole andare oltre sono cablati.

FONTE: http://www.topspeed.com/motorcycles/motorcycle-news/evel-knievel-s-harley-davidson-to-fly-again-at-sturgis-ar166959.html#main